Psicologia dello sport

La psicologia dello sport si occupa dello studio di processi cognitivi, emotivi e comportamentali nell’ambito delle varie discipline sportive. In generale, lo psicologo dello sport fornisce sostegno finalizzato al raggiungimento di prestazioni ottimali da parte del singolo atleta o della squadra in ambito agonistico o amatoriale. Ad ogni età è di fondamentale importanza la relazione tra attività sportiva, benessere psicologico e qualità della vita.

Lo psicologo dello sport effettua valutazioni sulla personalità dell’atleta, sulla sua capacità di gestire lo stress, sulla sfera emotiva, sugli aspetti relazionali.

Il mental training e le tecniche di rilassamento vengono utilizzate per favorire l’incremento dell’attenzione e della concentrazione. Tali strumenti, infatti, permettono all’atleta di riconoscere i propri pensieri e le proprie emozioni disturbanti e lo aiutano a gestirli e modificarli positivamente.

Altri aspetti contemplati dalla psicologia dello sport sono:

  • la motivazione
  • l’autostima e l’autoefficacia
  • la comunicazione
  • il goal setting, l’allenamento ideomotorio, la gestione dell’attivazione psicofisica
  • le dinamiche di gruppo
  • il lavoro clinico su problematiche a livello emotivo
  • la gestione dell’infortunio ed il successivo ritorno all’attività dell’atleta
  • la gestione di disturbi dell’alimentazione, di disturbi del sonno, dell’uso di sostanze
  • l’assistenza agli istruttori e agli allenatori per favorire la coesione di squadra, la leadership, la comunicazione all’interno del gruppo